L'arredo nautico dietro le quinte: come vincere le sfide del backstage

L’Italia si conferma leader mondiale nella produzione di superyacht,  ma come cavalcare l’onda di un settore in forte crescita? Come superare tutte le difficoltà del “backstage”? Scopri tutte le riflessioni del webinarL’arredo nautico dietro le quinte”!


Falegnamerie, studi di progettazione, cantieri, architetti, progettisti e liberi professionisti: sono stati numerosissimi i partecipanti che hanno contribuito al successo del webinar

L’arredo nautico dietro le quinte

con l'obiettivo di approfondire le dinamiche di un settore in forte espansione.

 

Un interesse diffuso da parte di tanti operatori del mondo nautico, ma non solo, a dimostrazione di quanto il settore sia in continuo fermento, come raccontato anche da Rino Zaccaro, CEO e fondatore dello studio di progettazione Pad Project ed ospite d’eccezione dell’evento.

 

Continua a leggere e scopri gli argomenti trattati più interessanti del webinar!

 

MY Aurelia 29 arredo yach con Progenio e MicroStation

 

Italia leader mondiale nella produzione di superyacht:

come mantenere la rotta?

L'Italia si conferma leader mondiale nella produzione di Superyacht, a dimostrazione di quanto il mondo nautico sia un settore in continua crescita.

Ecco qualche dato che ben rappresenta la situazione attuale (fonte: Deloitte):

  • 407 yacht in costruzione, su un totale di 821 a livello internazionale;
  • valore della produzione complessivo pari a 2,8 miliardi di euro;
  • crescita media del 12,7% nel quinquennio 2014-2019;
  • l’export possiede una quota dell’86% della produzione nazionale.

E quindi cosa serve per essere competitivi e cavalcare l’onda di un settore in continua ascesa?

Come confermato da Rino Zaccaro, per affacciarsi al mondo nautico non si può prescindere dall'organizzazione della propria realtà considerando:

  • personale qualificato;
  • strumenti di progettazione flessibili;
  • ottima conoscenza del processo di produzione.

Vuoi conoscere le soluzioni software utilizzate da Pad Project? CONTATTACI!

 

 

Arredo nautico e arredo residenziale: quali sono le differenze?

Chi progetta arredi residenziali di alta gamma può progettare anche l'arredo di uno yacht? Lo abbiamo chiesto a Rino Zaccaro, il quale ha spiegato che i due settori sono molto vicini presentando processi produttivi molto simili ma occorre tenere in considerazione alcuni aspetti fondamentali: negli arredi civili i mobili sono pensati per rimanere statici in un dato spazio, mentre nel mondo nautico sono progettati per essere predisposti ad un ambiente in movimento e soggetto a diverse sollecitazioni.

nautica vs contract

Quali sono quindi i fattori da tener conto:

  • gli spostamenti dei mobili per essere imbarcati;
  • le dimensioni degli spazi;
  • la corretta collocazione dei mobili per garantire la massima accessibilità e confort;
  •  l'elevato numero di pezzi che compongono ciascun elemento dell'imbarcazione (un letto all'interno di uno yacht può essere composto anche da oltre 300 componenti).

 

Dall'armatore al cantiere: come avviene lo scambio di informazioni nella filiera?

L'unicità del settore dell'arredo nautico è ben rappresentata anche dalla composizione della sua lunga filiera: una grande quantità di figure coinvolte con dinamiche interne che possono variare a seconda della commessa, ma con cantiere e armatore al centro del progetto.

coordinare la filiera nautica con PROGENIO MAXX  e MicroStation

Rino Zaccaro ha raccontato infatti che è il cantiere a prendersi cura sia delle esigenze dell'armatore, talvolta insieme ai cosiddetti surveyor incaricati dallo stesso, sia delle richieste dell'architetto

Ma quali sono gli altri attori impegnati in una commessa di arredo yacht?

  • studi di progettazione e ingegnerizzazione
  • i fornitori (falegnamerie e varie maestranze)

La realizzazione di una barca dalle grandi dimensioni richiede dai 9 ai 15 mesi e ciò che rende ancor più complessa la gestione della commessa è l'organizzazione del progetto: non si tratta di un processo continuo, ma le varie fasi si svolgono contemporaneamente, per questo ciò che fa la differenza è possedere strumenti che garantiscano una comunicazione e un passaggio di informazioni efficienti, rispondendo velocemente ad ogni cambio di idea dell'armatore.

È indispensabile quindi la cooperazione tra ciascun reparto e addetto ai lavori (cantiere, architetto, studi di ingegnerizzazione e fornitori), solo così si dà vita a un arredo yacht di successo: parola di Rino Zaccaro!

 

Vuoi conoscere le soluzioni software utilizzate da Pad Project? CONTATTACI!

 

I segreti del mestiere per gestire le modifiche dell'ultimo minuto

È la gestione delle modifiche il principale scoglio da superare per chi si occupa di arredamenti nautici, come dimostrato anche dal sondaggio rivolto ai partecipanti. 

 

complessità arredo nautico

 

L'armatore chiede sempre il meglio per il suo yacht, cambiando idea ad ogni battito di ciglia: allora qual è la soluzione per gestire le modifiche dell'ultimo minuto senza dover rivedere completamente il progetto o impiegare enormi quantità di tempo? Lo abbiamo chiesto a Rino Zaccaro, che ci ha raccontato il metodo Pad Project!

Progettazione minuziosa e  flessibilità sono le parole chiave: assume quindi una enorme importanza la scelta del giusto software. Pad Project  ha scelto MicroStation e Progenio per le loro potenzialità:

  • integrazione nuvola punti;
  • progettazione flessibile e senza vincoli;
  • pieno controllo della commessa e di ogni dato di progetto;
  • documentazione esecutiva generata in automatico.

 

Microstation Connect

 


In ogni progetto di arredo nautico ci sono migliaia e migliaia di elementi e le modifiche sono all'ordine del giorno: con Progenio e MicroStation ogni dato è a portata di mano, gestiamo velocemente ogni richiesta senza dover cambiare tutti i parametri e aggiorniamo in automatico tutte le tavole, i tempi si riducono notevolmente!


 

Trattandosi poi di progetti formati da decine di migliaia di pezzi, oltre al software la differenza la fa la capacità del progettista, che deve essere in grado di testare e trovare le soluzioni più adatte all'imbarcazione: la formazione del personale è quindi ciò che garantisce un valore aggiunto.

 

formazione_PAD Project

 

 

Case Study: le sfide del M/Y "Aurelia 29"

Rino ha raccontato come ha gestito la progettazione e ingegnerizzazione dell'incredibile mega yacht "Aurelia 29", progetto finalista al premio di miglior barca dell'anno, commissionato dal Cantiere delle Marche:  uno yacht che prevedeva oltre 46.000 componenti, con più di 43.500 file di progetto.

Pad Project arredi yacht con MicroStation e progenio

La principale sfida di questa realizzazione? La gestione dei pezzi, ma grazie a Progenio lo studio di Fano ha avuto piena tracciabilità di ogni singolo componente, assegnando a ciascuno:

  • materiale;
  • lavorazioni;
  • ferramenta;
  • forature;
  • pesi.

Di conseguenza la documentazione altamente dettagliata è stata un enorme supporto in fase di montaggio, rivelandosi un vero e proprio valore aggiunto nel servizio offerto al cliente.

 


Con Progenio già durante la progettazione si ha la visibilità del progetto finito e di quali saranno le complessità per i montatori: generare tavole così precise e chiare è un aiuto davvero notevole!


 

Ti piacerebbe approfondire la conoscenza del mondo nautico con nuovi contenuti di settore? Continua a seguire i nostri i canali... sono tante le novità in arrivo!

 

Vuoi conoscere le soluzioni software utilizzate da Pad Project? CONTATTACI!

 

Ritorna al Blog

Articoli Correlati

Progettazione BIM: una grande opportunità per l'arredo contract

Cos'è il BIM? Facciamo chiarezza sulla metodologia di progettazione BIM e sulla grande opportunità...

Digitalizzare la tua azienda artigiana in 5 passi

Cosa significa digitalizzarsi nel mondo dell’arredo su misura e come ottimizzare la tua crescita...

Dalle cornici all'Arredo Su Misura e Contract: l'evoluzione del mercato del legno come opportunità di crescita

Come inserirsi in una nicchia di mercato nel mondo del legno e cogliere nuove opportunità? Lo...