Come aumentare l'efficienza della progettazione esecutiva

La fase di ingegnerizzazione (o progettazione esecutiva) è fondamentale per chi si occupa di arredamento contract e su commessa in genere.

Perché? L’ufficio tecnico svolge un ruolo molto importante, di comunicazione e collegamento fra la committenza e le aree produttive dell’azienda.

È il progettista tecnico, infatti, che raccoglie i dati delle richieste del cliente, eventualmente già riportati su un progetto architettonico, e li riporta in un progetto 3D e in una serie di documenti che raccolgono tutte le informazioni necessarie per andare in produzione.

In questo senso l’ingegnerizzazione è il cuore pulsante dell’azienda di arredo su commessa: è nell’ufficio tecnico che nasce e si trasmette l’informazione di progetto ed è qui che vengono prese molte importanti decisioni e redatti i documenti necessari per andare in produzione.

Qual è il risvolto della medaglia?

 

I rischi dell'ufficio tecnico

L’ufficio tecnico diventa il reparto aziendale più esposto a rischio di errore.

Possono verificarsi:

  • ordini insufficienti di materiali o ordini eccessivi che portano allo stazionamento di materiale inutilizzato in magazzino;
  • la produzione di pezzi errati;
  • il mancato invio di elementi dell’arredo.

Tutti errori che hanno costi elevatissimi e che si ripercuotono inevitabilmente sulla produttività dell’azienda.

 

A questo si aggiunge il fatto che, quando si lavora su commessa, ogni progetto è unico e utilizzato per andare in produzione una sola volta (o per lotti di produzione molto ridotti): ogni progetto ha la propria ingegnerizzazione e i propri documenti esecutivi, che vengono ogni volta ricreati da zero e che non servono più una volta che l’arredo è stato prodotto.

Un “usa e getta” continuo di documentazione che mette l’azienda di fronte a un’esigenza di grande velocità, precisione e chiarezza: uno standard qualitativo che è quasi impossibile mantenere senza il supporto di strumenti adatti e pensati per le esigenze del su misura.

 

Come limitare i rischi e aumentare l'efficienza?

, Logo PROGENIO positivosoftware di progettazione e gestione della commessa dedicato all’arredamento su misura, parte proprio da questo presupposto: ottimizzare la fase di ingegnerizzazione significa migliorare la produttività dell’intera azienda.

Vediamo insieme com’è possibile incrementare l’efficienza della fase di ingegnerizzazione di una commessa con PROGENIO MAXX.

Incrementare l'efficienza della fase di ingegnerizzazione con Progenio

I tre punti chiave dell’ingegnerizzazione e il supporto di PROGENIO MAXX

Come ci è già capitato di dire, l’ingegnerizzazione è un processo complesso che comprende la rielaborazione dei dati che arrivano dalla committenza, la trasposizione di questi dati in un progetto esecutivo 3D che include tutte le informazioni per la produzione e la generazione di documentazione tecnica utile sia alla produzione che ai fornitori esterni.

PROGENIO MAXX permette di incrementare l’efficienza della fase di ingegnerizzazione di una commessa in ognuno di questi passaggi delicati.

Vediamoli uno ad uno:

1. Progettazione esecutiva con CAD 3D

Partendo da un progetto architettonico, l’ufficio di ingegnerizzazione ha il compito di ottenere un progetto 3D dettagliato, completo di tutte le informazioni tecniche e strutturali, incluse lavorazioni e indicazioni di ferramenta da utilizzare.

PROGENIO MAXX, grazie al CAD MicroStation su cui è sviluppato e con cui forma un unico ambiente di lavoro, supporta la fase progettuale grazie a:

  • Grande Interoperabiltà

MicroStation comunica (sia in import che in export) con più di 90 formati, tra cui tutti i principali formati CAD. Questo significa che ti mette in grado di leggere e modificare qualsiasi tipo di file ti fornisca la committenza: il tuo progetto non parte da zero, ma puoi utilizzare il progetto architettonico come base da cui partire per l’ingegnerizzazione.

Questo vale a maggior ragione se non è la committenza a fornirvi l’architettonico, ma è un reparto interno all’azienda a occuparsene: la possibilità di utilizzare la stessa piattaforma anche per il 2D, il progetto architettonico e il rendering, permette di cominciare a dare informazioni strutturate fin dall’inizio, agevolando l’ufficio ingegnerizzazione.

In questo modo non c’è “passaggio di dati”: i dati sono dentro al progetto e il progetto a cui accedono l’ufficio progettazione e l’ufficio ingegnerizzazione è lo stesso.

  • Flessibilità di progettazione e modifica

PROGENIO MAXX, sempre grazie alla base di CAD MicroStation, permette una progettazione molto veloce anche per forme complesse: infatti MicroStation unisce le funzionalità di CAD libero e parametrico, permettendo sia una progettazione non vincolata (non limitata strettamente a dei parametri e modificabile con facilità), sia la velocità di inserimento di moduli parametrici (adatti alle forme più semplici e regolari, come cassettiere e bussolotti).

Il tecnico, quindi, ha la possibilità di impostare regole parametriche, quando è comodo e necessario, ad esempio per l’inserimento di lavorazioni e ferramenta; dall’altra parte quando il progetto si fa complesso e la progettazione strettamente parametrica diventa un ostacolo, il CAD libero permette di creare e modificare forme e volumi in modo molto più semplice e intuitivo.

 

Realizzare forme curve, come incrementare l'efficienza della fase di ingegnerizzazione di una commessa

Seduta curva realizzata per Augeo Art Space con MicroStation da Dal Pos Angelo Srl

 


Guarda le foto del progetto e leggi l'intervista a Dal Pos>>



 

2. Generazione di liste e distinte

Distinte base, distinte dei materiali, della ferramenta, delle verniciature, liste dei fabbisogni dei materiali prodotti esternamente... una serie di documentazioni lunghe e dettagliate che mettono quotidianamente alla prova la pazienza dei progettisti esecutivi di arredo su misura.

Qual è il supporto che dà PROGENIO MAXX, da questo punto di vista, e come permette di incrementare l’efficienza della fase di ingegnerizzazione di una commessa?

Come abbiamo già detto, PROGENIO MAXX non è un semplice CAD.

La grande forza di PROGENIO MAXX è la possibilità di rendere il progetto 3D “intelligente”, associando al singolo elemento delle informazioni e una vera e propria identità: ogni elemento dell'arredo è interamente configurabile tramite il software e se ne possono indicare, ad esempio, materiali, essenza, verniciatura, bordo, ciclo di lavorazione, ecc.

In questo modo il software è in grado di leggere, interpretare e catalogare queste informazioni, generando automaticamente liste e distinte di produzione, secondo i criteri decisi dall’azienda.

Se consideriamo che in molte aziende questa fase viene ancora fatta “manualmente” riportando i dati di progetto uno ad uno su un foglio Excel… è immediato rendersi conto di quale miglioramento comporta l’automatizzazione del processo.

Si taglia di netto la possibilità di errore manuale o di distrazione e si tagliano i tempi dedicati a un processo così frustrante e macchinoso: il tecnico viene riportato alla sua vera occupazione, la progettazione esecutiva.

 


Esempi di documentazione esecutivaVuoi vedere che tipi di documentazione esecutiva
puoi generare in automatico con PROGENIO MAXX?  

Scarica alcuni esempi

 


 

3. Tavole tecniche di assieme e dei singoli elementi

Il progetto 3D ha in sé tutte le informazioni necessarie. Allo stesso tempo, nella maggior parte dei casi, la produzione non accede al modello 3D, ma consulta le tavole tecniche prodotte dall’ufficio tecnico: si tratta di piante, sezioni e prospetti, quotati in modo da permettere agli operatori di avere tutte le informazioni necessarie per la produzione.

In molte aziende si tratta ancora di un passaggio manuale: ciò significa che, dopo aver progettato in 3D, le tavole tecniche vengono fatte una per una, a volte addirittura con un altro software, ricalcando le informazioni del modello 3D.

Tralasciando i lunghissimi tempi passati a tracciare righe, quote e retinatura, è immediato vedere quanta possibilità di errore si crea, “dividendo” ulteriormente il dato fra progetto 3D e tavole tecniche.

Con PROGENIO MAXX questa problematica non si crea: come abbiamo visto il progetto 3D è intelligente e ha in sé tutte le informazioni necessarie a generare le tavole tecniche.

In altre parole: il progetto 3D e la tavola tecnica sono due diverse rappresentazioni dello stesso dato. Questo significa che, modificando il progetto 3D, si ha la certezza che anche le tavole tecniche successivamente generate riportino correttamente la modifica.

Un supporto non da poco all’ufficio tecnico!

 

Conclusioni: un nuovo concetto di ingegnerizzazione

Una commessa è un grande contenitore di dati e informazioni, che arrivano da molteplici direzioni: dalla committenza, dagli architetti, dalla produzione.

Il compito del progettista esecutivo è raccogliere queste informazioni, riunirle e inserirle nel progetto CAD, in modo da permettere ai vari reparti aziendali di accedere con facilità alle informazioni necessarie per arrivare, nei più brevi tempi possibili, all’arredo finito.

Che ruolo ha PROGENIO MAXX in tutto questo? Come permette di incrementare l’efficienza della fase di ingegnerizzazione di una commessa di arredo?

Da un lato supportando la progettazione esecutiva in 3D con l’estrema flessibilità e interoperabilità della sua base CAD, il software MicroStation.

Dall’altro lato il grande supporto di PROGENIO MAXX supera i confini del semplice CAD, “centralizzando” la gestione del dato e automatizzando la generazione delle distinte, delle liste dei fabbisogni e delle tavole tecniche richieste dalla produzione. 

Non si tratta di un semplice taglio (seppur notevole!) ai tempi di ingegnerizzazione: si tratta di una rivoluzione nella concezione del dato e della commessa.

Con PROGENIO MAXX, infatti, il progetto 3D, le distinte, le liste e la documentazione tecnica, fanno riferimento agli stessi dati, eliminando completamente il rischio di errore o di incongruenza fra le informazioni a cui accedono i diversi reparti.

Si tratta di un supporto notevole all’ufficio tecnico e di ingegnerizzazione, ma non solo: la possibilità di generare con facilità una documentazione completa nel singolo dettaglio, precisa e senza errori, permette di avere sempre sotto controllo l’intera commessa e di non lasciare nulla al caso.

Questo vale anche per gli studi di progettazione tecnica che lavorano con i cantieri, oppure per quelle aziende che delegano all’esterno la produzione: una precisione completa dei documenti esecutivi non lascia margine di interpretazione e permette di avere completo controllo sull’attività di produzione, che incide su buona parte dei costi aziendali.

Come si è già detto, l’ufficio tecnico è il cuore pulsante delle aziende di arredamento su commessa: ottimizzare la fase di ingegnerizzazione significa migliorare l’efficacia produttiva di tutta l’azienda.

Grazie a PROGENIO MAXX oggi puoi essere più competitivo: valuta insieme a noi le funzioni specifiche per l'arredo su misura, nautico e contract, chiedi una dimostrazione personalizzata e gratuita con un nostro tecnico.

 

CTA_richiedi_demo_Progenio_MicroStaiton

Ritorna al Blog

Articoli Correlati

CASE HISTORY - STUDIO VANNINI: 2D, 3D e render in un unico ambiente di lavoro con MicroStation

Realizzazione interamente su misura, forme inclinate e particolari, le complessità di gestione del...

CASE HISTORY - STUDIO FERRARI: ecco perché ho scelto MicroStation!

Vero e proprio esperto di MicroStation, l'architetto Mario Ferrari ci racconta cosa lo ha spinto a...

Arredamento d'interni dal progetto all'installazione con Progenio: intervista ad ABI Arredamenti

Dalla progettazione fino alla posa in opera dell’arredo, compresa la scelta dei materiali: ecco la...