Cosa rallenta la tua azienda?

Scritto da Sara Balleroni il 11/07/17 10.06
Avere una chiara idea di qual è il tuo flusso di lavoro è fondamentale: soprattutto nei settori speciali dell’arredamento (su misura, nautico, navale, contract) e per tutte le aziende che realizzano un prodotto unico.

5 SEGRETI PER OTTIMIZZARE IL TUO FLUSSO DI LAVORO

PLOTINI-ALLESTIMENTI-CANTIERE-MICROSTATION-PROGENIO-BE-INSPIRED-PROGETTO.jpg

Cantiere di "City After the City" realizzato da Plotini Allestimenti per La Triennale di Milano e candidato al Be Inspired Awards 2017 a Singapore


IL FLUSSO DI LAVORO È LA RAPPRESENTAZIONE DI COME LAVORA LA TUA AZIENDA

Avere una chiara idea di qual è il tuo flusso di lavoro è fondamentale: soprattutto nei settori speciali dell’arredamento (su misura, nautico, navale, contract) e per tutte le aziende che realizzano un prodotto unico.

Produzione, ingegnerizzazione, progettazione con CAD 3D o 2D, preventivazione, rendering… gli equilibri fra le varie fasi di lavoro sono molto complessi e spesso non perfettamente bilanciati: la sensazione che ne consegue è che i rallentamenti ci impediscano di andare al passo veloce che ci richiede il mercato.

Eppure non è sempre così facile individuare gli elementi frenanti: il collo di bottiglia (o, in inglese, bottleneck) è il fenomeno che si ha quando un intero sistema viene rallentato da un singolo elemento.

PLOTINI-ALLESTIMENTI-PROGETTO-3D-MICROSTATION-PROGENIO-BE-INSPIRED-PROGETTO.jpg

Una schermata del progetto "City After the City" realizzato con MicroStation e Progenio da Plotini Allestimenti

INDIVIDUARE I COLLI DI BOTTIGLIA

La prima cosa da fare per trovare i colli di bottiglia è un'analisi professionale del tuo flusso di lavoro. Per questo, ti proponiamo di cominciare a mettere a fuoco il tuo workflow compilando un semplice questionario di pre-analisi.

Ti ricontatteremo per darti il nostro feedback.

Nel frattempo ecco i CINQUE SEGRETI per cominciare a ottimizzare il tuo flusso di lavoro!

PARALLELIZZARE LE ATTIVITÀ

Quando più attività relative ad una stessa commessa si svolgono contemporaneamente (in parallelo) e non in sequenza lineare (una dopo l’altra), i tempi di tutto il progetto diminuiscono.

La regola d’oro è: “parallelizzare il parallelizzabile”!

Uno spunto: nella tua azienda le fasi di progettazione e ingegnerizzazione si susseguono o almeno in parte possono svolgersi contemporaneamente?

TENERE TRACCIA

Tenere lo storico di tutti i dati di progetto e delle modifiche in corso d’opera è fondamentale. La tracciabilità dei dati vi permette di risalire agli stati precedenti del progetto e velocizza i confronti.

Hai lo strumento corretto per tracciare l’evolversi di ogni commessa?

AUTOMATIZZARE

Nel nostro settore l’artigianalità e la manodopera sono il maggiore punto di forza.

Ma quando puoi automatizzare le attività macchinose e di routine, perché non farlo?

Uno spunto: smetti di compilare distinte infinite in Excel o di pallinare i componenti dell’arredo uno ad uno.

Usa la creatività del tuo team per le attività a cui serve davvero!

DIVIDERE LE ATTIVITÀ

Tutti i membri del team devono conoscere tutte le attività dell’azienda e sapersela cavare in ogni situazione. Verissimo!

Ma è altrettanto importante che ognuno abbia dei compiti ben definiti: questo aumenta la tua capacità di gestione e controllo dei processi e diminuisce lo stress del personale, aumentando la produttività.

ANALIZZARE

Analisi, analisi, analisi: in percentuale, su una commessa, quanto tempo e quante risorse vengono dedicate alla progettazione, e quante all’ingegnerizzazione?

Quanto tempo dedichi a compilare le distinte e con quale margine di errore?

Quanto tempo taglieresti se potessi automatizzare la generazione dei documenti esecutivi (esplosi, assiemi, schede tecniche)?

Avere i dati alla mano ti permette di confrontare i risultati e di renderti conto dei tuoi miglioramenti. Ti proponiamo di cominciare a mettere a fuoco il tuo workflow compilando un semplice questionario di pre-analisi.

Ti ricontatteremo per darti il nostro feedback.

FAI IL TEST SUL FLUSSO DI LAVORO »

Topics: Progenio, Blog

Scritto da Sara Balleroni

Ciò che mi entusiasma nel settore dell’arredo contract è che ogni azienda che incontro ha qualcosa di diverso da raccontare e un progetto speciale da realizzare. Il mio obiettivo? Raccontare questa complessità e i modi di gestirla puntando alla massima efficienza.