<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=917138511799924&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Perché MicroStation è considerato migliore di Autocad?

Scritto da Sara Balleroni il 12/06/18 8.57

Se conoscete utilizzatori di MicroStation, vi sarà sicuramente capitato di sentir dire: “MicroStation e AutoCAD? Non c’è paragone”.

Eppure sono entrambe piattaforme CAD 2D/3D, nate negli anni Ottanta, e incredibilmente diffuse a livello mondiale! Nonostante questo, la differenza fra Autocad e MicroStation è abissale.

Basti pensare che chi passa a MicroStation, da Autocad o da un’altra piattaforma, non torna quasi mai indietro: a riguardo non mancano le testimonianze, come quella di Rino Zaccaro di Pad Project Srl, che lavora da 30 anni in MicroStation nel settore arredo nautico, o quella di Alessandro Martini di RendArk, esperto utilizzatore di MicroStation nel settore arredamento per negozi.

Scendendo un po’ più nei tecnicismi ci siamo chiesti: quali sono le funzionalità di MicroStation che ne definiscono la flessibilità, la potenza e la velocità di progettazione?

Che cosa rende una piattaforma come il CAD MicroStation unica nel suo genere?

Abbiamo lasciato che a raccontarlo fosse un esperto del settore.

 

Perche_MicroStation_e_considerata_migliore_di_autocad

 

Abbiamo chiesto a un esperto di spiegarci perché MicroStation è considerato migliore di Autocad...

Quali sono le motivazioni specifiche per cui MicroStation è universalmente considerato un software più performante e più veloce nell’utilizzo? Ne abbiamo parlato con Mohammed Ansari di Nahil Computer Company (Bentley Channel Partner in Arabia Saudita).

Da più di vent’anni Mohammed Ansari è conoscitore, utilizzatore e formatore su CAD MicroStation… dopo essere stato per anni utente AutoCAD!

La sua prospettiva ci permette di capire con chiarezza perché MicroStation è considerato migliore di Autocad.

 

"Mohammed, prima di entrare nei motivi tecnici di perché MicroStation è considerato migliore di AutoCAD, ti facciamo una domanda personaleIl passaggio da un CAD all’altro in azienda è un momento delicato: può capitare che un progettista che si vede “obbligato” dalla proprietà a cambiare software possa opporre resistenza e non avvicinarsi con una mente aperta. Lo consideri un problema? Anche per te è stato così?"

"Decisamente sì! Personalmente, ho cominciato ad utilizzare AutoCAD nel 1988. Ne avevo studiato ogni singolo comando, ogni funzionalità e dettaglio, programmavo anche con AutoLISP e modellavo con AutoCAD 3D! Ero molto veloce, e mi sentivo un esperto.

Poi, nel 1996, mi fecero provare MicroStation v5.

Provai a utilizzarlo e non riuscivo a capirne il senso, anche dopo un anno che ce l’avevo installato sul computer. Una gran frustrazione! Lo disinstallai. Solo più tardi ho scoperto che i click del mouse erano completamente differenti ed era solo questo il motivo per cui non riuscivo a capirci niente.

Poco più tardi, l’azienda per cui lavoravo divenne partner e rivenditrice di Bentley Systems e feci un corso di formazione su MicroStation: non mi piaceva, e probabilmente mi sentivo un po’ offeso dal fatto che non ero riuscito a impararlo da solo! Così non mi concentrai durante il corso.

Poi… un cliente acquistò 10 licenze di MicroStation: sarei stato io a dover tenere il corso di formazione!

Non c’era più scampo: dovevo impararlo e capirlo.

Passai qualche nottata in bianco, ma imparai tutto di MicroStation, ogni funzionalità e comando e credetemi… rimasi a bocca spalancata!

MicroStation è flessibile, potente, semplice da utilizzare, completamente personalizzabile. Già allora aveva tutto ciò che aveva anche l’ultima release di Autocad... e molto di più!

Da quel momento ho cercato di imparare il più possibile su MicroStation e ogni giorno mi stupisco della sua incredibile flessibilità.  

Dal 1998 in poi ho fatto formazione a migliaia di progettisti, supportato intere aziende nel passaggio da da Autocad a MicroStation e disegnato io stesso numerosi progetti che richiedevano sia il disegno 2D che la modellazione 3D.

Posso affermare con certezza: ho visto tecnici passare da Autocad a MicroStation, mai il contrario.

Certo, ci sono utilizzatori di Autocad che odiano il cambiamento e non prendono nemmeno in considerazione MicroStation. A loro direi: ok, continuate pure con Autocad.

Ma a chi vuole risparmiare qualche migliaio di click e aggiungere qualche ora al giorno al tempo libero… provate MicroStation! Davvero.

Un consiglio: fate formazione con qualcuno che conosce sia MicroStation che Autocad che vi mostri quali sono le differenze principali fra i due. Non cercate di utilizzare MicroStation esattamente come Autocad, senza impararne le funzionalità più evolute: sarebbe una perdita di tempo!

Un’altra osservazione che ho fatto con gli anni di esperienza è questa: un utente esperto di Autocad vede subito i vantaggi di MicroStation, più di un utente inesperto.

Questo perché chi conosce bene Autocad, ne conosce bene anche i limiti. Cominciando a utilizzare MicroStation… proverà l’emozione di essere liberato da quei limiti!"

 

CTA_richiedi_demo_Progenio_MicroStaiton

 

"Grazie Mohammed di averci raccontato la tua esperienza nel passaggio da Autocad a MicroStation: sei stato chiarissimo. Ora però ti chiediamo qualche informazione in più dal punto di vista tecnico. Si parla tanto della grande flessibilità e potenza di MicroStation, ma a volte sono termini che è difficile quantificare. Quali sono i motivi specifici per cui MicroStation è considerato migliore di Autocad?"

"Capisco bene cosa intendi: si parla tanto di “flessibilità” e a forza di ripeterle queste parole possono sembrare vuote. È vero però che, anche senza shortcuts, in MicroStation si disegna molto più velocemente e con molti meno click di mouse e battiture sulla tastiera.

Ecco una lista di cosa ho scoperto imparando ad utilizzare il CAD MicroStation:

  1. Con MicroStation non hai bisogno di creare delle routine in AutoLisp: la maggior parte dei comandi sono già integrati in MicroStation! Per esempio il comando “ruota” da attivare insieme a quello “copia” o “copie multiple”, oppure il posizionamento di oggetti in un percorso di qualsiasi tipo!
  2. In MicroStation non c’è bisogno di shortcuts come in Autocad: in MicroStation i comandi, le impostazioni e le viste sono “attive”; al contrario in Autocad devi cliccare il comando per utilizzarlo, o cliccando Invio o con la barra spaziatrice o con click del tasto destro.
  3. Le impostazioni possono essere cambiate al volo, senza interrompere il comando d’uso: parlo ad esempio del colore, dello stile o dello spessore della linea.
  4. Comandi di visualizzazione come lo Zoom o il Pan non vengono utilizzati insieme agli altri comandi: i comandi di visualizzazione e di disegno possono essere annullati indipendentemente.  
  5. Ci sono 8 viste dinamiche interattive in Microstation: che si aggiornano automaticamente, senza il bisogno di selezionarle una per una e che permettono la gestione coordinata di modelli 3D e disegni 2D (sezioni, piante).
  6. MicroStation gestisce sia file 2D che file 3D e nei file 2D, si archiviano solo le coordinate X e Y. In Autocad 3D, invece, anche se il file è in 2D si archivia sempre anche la coordinata Z (che rimane indicata con valore “zero”) e quindi è inutile e appesantisce il file. Anche per questo i file di MicroStation sono di tanto più leggeri!
  7. C’è poi l’incredibile potenza dei file reference, che possono essere riferiti l’uno all’altro, risparmiando una grandissima quantità di tempo e errori! Permette ai reparti di coordinarsi fra loro: a confronto gli xref (o xrif) di Autocad sono decisamente primitivi.
  8. Non dimentichiamoci le impostazioni dei “livelli” (che in Autocad si chiamano layers), che in MicroStation sono esterne al file di progetto: puoi accedervi direttamente da ogni nuovo progetto; allo stesso modo anche le “celle” (che in Autocad vengono chiamate “blocchi”) sono archiviate in dei file di librerie condivisibili.
  9. Inoltre le celle possono essere utilizzate come motivi ripetuti. Ad esempio, devi creare un motivo con delle rocce per la riva di un fiume? Basta disegnarne alcune e usarle come motivo ripetuto. Impensabile in AutoCAD!
  10. In MicroStation ci sono tutta una serie di strumenti per il testo e la dimensione dei caratteri, che velocizzano moltissimo l’annotazione dei disegni.
  11. Molti dei comandi di modifica di Autocad sono distruttivi: per modificare un oggetto, devi prima “romperlo”. Ad esempio: hai una polilinea formata da un segmento orizzontale e due verticali e vuoi usare il comando “raccorda” (fillet) per inserire delle curve? Per farlo devi per prima cosa “rompere” la linea superiore in due parti, poi puoi procedere. In MicroStation non hai bisogno di farlo, e ci sono centinaia di altre situazioni del genere! Puoi creare delle linee davvero complesse in modo molto semplice e condividerle facilmente con gli altri membri del team.
  12. Anche quando si stampa, in MicroStation puoi modificare le impostazioni di stampa anche senza modificare effettivamente il modello. Per esempio: vuoi che tutte le linee rosse che sono sul “livello X” vengano stampate come linee tratteggiate rosa oppure vuoi che il testo ABC venga stampato come ABCD? Puoi farlo direttamente mentre mandi in stampa.
  13. Un’incredibile varietà di strumenti per il disegno 3D e l’Accudraw per la selezione dei punti notevoli ti permettono di creare semplicemente geometrie di solidi e superfici molto complesse. AutoCAD, da questo punto di vista, è davvero carente.
  14. Il motore di Autocad non è molto potente e flessibile ed è proprio questo il motivo per cui Autodesk ha acquisito 3DStudio Max. In MicroStation modelli in 3D con la stessa agilità con cui disegni in 2D, e queste funzionalità sono tutte presenti in MicroStation dal 1998!

 

gestire grandi progetti - perche MicroStation e considerato migliore di autocad

Intero deck di arredo nautico, progettato da Pad Project srl con MicroStation

 

In più da allora chiaramente sono state aggiunte tante altre funzioni che ne hanno ulteriormente migliorato l’usabilità.

Un altro aspetto da considerare è che quando la Bentley rilascia delle nuove release di MicroStation, non cambia il formato! L’ultima volta che il formato è stato cambiato è stato nel passaggio alla versione v8 (2001) ed è stato per aumentare il numero di livelli da 63 a… 2 milioni!

I dati di progetto, che come sappiamo sono la cosa più importante, sono sempre al sicuro e compatibili con tutte le versioni di MicroStation. In Autocad invece spesso succede di dover salvare in formati compatibili con versioni più vecchie, così da poter condividere il file con fornitori e altri utenti.

Inoltre, con MicroStation puoi aprire in nativo tutte le versioni dei file di Autocad, senza necessità di conversione e modificando direttamente. Bentley cerca di mantenere il software aggiornato in modo che possa aprire tutti i formati di Autocad, anche i più recenti: Autocad non apre nemmeno tutti i suoi stessi formati!

Ci sono talmente tante funzionalità di cui parlare che la lista potrebbe andare avanti per ore…"

 

"Da questo punto di vista è evidente perché un progettista che voglia migliorare e velocizzare il tempo di realizzazione dei propri progetti consideri MicroStation migliore di AutoCAD. La progettazione è più veloce, i click diminuiscono e anche la maggior parte delle operazioni macchinose: un salto di qualità! Dal punto di vista commerciale, invece?"

"Penso che per il titolare di un’azienda passare a Bentley abbia davvero molto senso.

Permette di risparmiare tempo e rendere la progettazione più efficiente, quindi di utilizzare al meglio le risorse dell’ufficio tecnico, che non saranno più impiegate in operazioni macchinose e ripetitive.

Inoltre anche a livello di investimento e di sistema di licenze, la Bentley offre delle modalità più flessibili! Mi spiego:

  1. MicroStation apre tutte le versioni dei file sia di MicroStation che di Autocad, e ti permette quindi di interfacciarti con dati e progetti di ogni tipo di cliente. Non sei limitato a una sola versione. Anzi, con un contratto SELECT di assistenza, puoi essere sempre aggiornato all’ultima versione del software!
  2. Con MicroStation puoi: disegnare in 2D, modellare in 3D, fare rendering e animazioni. Intendo che non hai bisogno di un software a parte come 3D Studio Max per il rendering!
  3. Se vuoi automatizzare delle funzionalità, non devi scrivere delle “routine” e impostare delle serie di comandi. MicroStation ha degli strumenti per applicare una funzionalità in “modalità batch” cioè massiva. Per esempio, devi spostare tutti i testi in un nuovo livello in 1500 files o selezionare tutte le celle di tavoli e sedie e ruotarle di 90 gradi sul posto in 1000 disegni? Modifica qualche impostazione, prenditi un caffè e goditi lo spettacolo di MicroStation che fa tutto il lavoro!
  4. MicroStation richiede computer meno potenti rispetto a AutoCAD: anche la modellazione 3D può essere realizzata senza il bisogno di postazioni particolarmente potenti.
  5. Autodesk ha sempre avuto la spiacevole abitudine di “mettere la pistola alla tempia” dei suoi utenti, dicendo: “aggiorna il sistema entro questa data, altrimenti perderai tutto il tuo investimento!”. La Bentley al contrario è sempre pronta ad accogliere anche gli utenti che non aggiornano il software da anni e anche se la licenza è molto vecchia. In questo senso, il tuo investimento è al sicuro.  
  6. Autodesk ha interrotto la vendita di licenze perpetue e il software si può solo noleggiare: il noleggio si paga in anticipo e, se non vuoi perdere l’investimento, devi pagare anche se quando non utilizzi il software. MicroStation invece permette sia l’utilizzo di licenze perpetue che quello di licenze a subscription. Se hai intenzione di utilizzarlo per più di 18 mesi, ti conviene comprare la licenza perpetua: sarà tua per sempre."

 

ragioni commerciali perché microstation è considerato migliore di autocad

 

"Quindi MicroStation ti dà la possibilità di scegliere fra licenza perpetua e licenza temporanea; esiste anche una specifica campagna di scontistiche e credito d’acquisto per agevolare gli utenti Autocad che passano a MicroStation, l’Autodesk Program.  Ma allora viene spontanea un’ultima domanda: se le cose stanno così, perché tutti non sono ancora passati a MicroStation?"

 

"Beh, è una domanda complessa. Queste sono le mie osservazioni e sono consapevole che qualcuno potrebbe non trovarsi d’accordo: in particolare quelli che sono abituati ad Autocad e non considerano nemmeno un cambiamento, perché hanno già investito su Autocad tanto tempo e tanti soldi.

A queste persone dico: proteggete pure  il vostro investimento.

A quelli che invece pensano solo che il passaggio da Autocad a MicroStation sia difficile dico: ne vale la pena.

Può capitare che qualcuno sia obbligato ad utilizzare Autocad dall’azienda per cui lavora: è comprensibile. Ma se avete scelta fra Autocad e MicroStation, vi consiglio vivamente di verificare le potenzialità di MicroStation con i vostri occhi, insieme a qualcuno che conosca sia Autocad e MicroStation e che sappia mostrarvi le effettive differenze fra i due software.

Non rimarrete delusi!"

 



Vuoi vedere di persona l'incredibile velocità di progettazione di MicroStation?

Richiedi subito una demo ad hoc per la tua azienda



 

In conclusione: perché MicroStation è considerato migliore di AutoCAD?

Le caratteristiche di MicroStation sono talmente tante e specifiche che spesso, quando ci chiedono perché MicroStation è considerato migliore di Autocad, tendiamo a riassumere dicendo che è “più flessibile”, “più veloce”, “più potente”.

E sono tutte cose vere! Ma in che modo, nello specifico?

Mohammed Ansari, che conosce entrambe le piattaforme da più di vent’anni e che ne è diventato un esperto utilizzatore, ci ha aiutato a scendere nel dettaglio: velocità di progettazione significa poter realizzare le stesse cose con meno click e con meno tasti, senza la necessità di impostare routine di comandi o di ripetere più volte “manualmente” la stessa operazione.

Flessibilità di progettazione significa la possibilità di realizzare con semplicità forme complesse e condividerle semplicemente con i membri del team, che possono accedere alle stesse celle e alle stesse impostazioni di disegno.

Potenza del software significa file più leggeri, un formato robusto e non soggetto a grosse variazioni, disegnare in 2D, in 3D e fare rendering e animazioni di presentazione senza cambiare ambiente di lavoro e senza necessità di un hardware particolare. Significa avere un sistema di riferimenti strutturato e performante, che migliora la comunicazione e l’efficienza del team.

E tutto questo senza mai correre il rischio di perdere l’investimento fatto in licenze perpetue.

Grazie a Mohammed per la sua testimonianza: speriamo di aver dato un valido contributo nella risposta alla domanda “Perché MicroStation è considerato migliore di Autocad”!

Se vi interessa approfondire l’argomento, vi consigliamo anche la testimonianza di Daniele Padovani, project manager nel settore arredamento contract, che ci racconta la sua esperienza nell’intervista: “Perché sono passato da Autocad a MicroStation”.

Per quello che invece riguarda la semplicità di passaggio da un software all’altro e le modalità di formazione, vi consigliamo di dare anche un’occhiata all’ebook: “Perché passare da AutoCAD a MicroStation”.

Voi cosa ne pensate? Avete mai visto MicroStation in azione?

 

CTA_richiedi_demo_Progenio_MicroStaiton

Topics: CAD, MicroStation, Progenio, Interviste e Testimonianze

Scritto da Sara Balleroni

Ciò che mi entusiasma nel settore dell’arredo contract è che ogni azienda che incontro ha qualcosa di diverso da raccontare e un progetto speciale da realizzare. Il mio obiettivo? Raccontare questa complessità e i modi di gestirla puntando alla massima efficienza.